Punto d'origine e bussola della nostra ricerca artistica: l'incontro artistico e formativo con grandi maestri della scena internazionale, quali A. Vassilijev, J.Altshitz e T. Terzopoulos. L'intento di questa officina creativa è quello di indagare sui molteplici aspetti dell'essere umano contemporaneo mediante la creazione di opere artistiche di carattere assoluto.

 

Attraverso processi di ricerca attorale attiva, contaminati da diversi linguaggi scenici, esploriamo numerose tematiche universali da cui nascono le nostre drammaturgie e produzioni.

E' TEMPO DI SPAZIO E AZIONE

 

Pertica, Filo, Parete. Ognuno ne ha un’immagine, per ognuno il concetto è diverso. Scalare, arrampicare, volare, ma anche essere trasportati, essere sospesi, essere lanciati.. in ogni caso, quando sei lassù la vista-del-tutto è impagabile e immediatamente ogni pezzetto è al suo posto. I rumori caotici e confusi li lasciamo sotto di noi, si abbassano i volumi, aumenta la luce, i colori sfumano l’uno nell’altro. Da lassù in alto, sul punto di stazionamento, si sentono e vedono pochi, semplici elementi, chiari ed esaurienti, perché i pezzetti in cui ci perdiamo quando siamo giù, da basso, da sinistra a destra, lassù dal basso in alto si raggruppano in elementi che hanno la giusta consistenza ed estensione. Da lassù siamo coinvolgimento e distacco contemporaneamente, punto di vista privilegiato. Nell’assoluta convinzione che il bello deve ancora venire.

Il punto di equilibrio sulla Verticale è disequilibrio tenuto al limite delle proprie possibilità, un punto-di-presa. Richiede concentrazione e senso della prospettiva. Si tratta di architettura e costruzione artigianale, di Studio e Analisi con la testa e con le gambe. Comporre e ricomporre sequenze di concetti e immagini per trovare l’esatta armonia tra gli elementi del testo e quelli dell’attore. Il lavoro sulla verticale è un lavoro per architetti, chimici e filosofi delle immagini. Richiede cura, costanza, dedizione e coraggio.

Lara Franceschetti è membro attivo del progetto Pedagogia della Scena di A. Vasiliev, certificata al Gitis di Mosca nel Progetto Teatrale Europeo diretto da J. Alschitz, si occupa di pedagogia, formazione e regia teatrale. 

Spazio Verticale